#starro #thesuicidesqud #jamesgunn

Chi è “Starro”, il kaiju apparso nel trailer di The Suicide Squad

Chi è “Starro”, il kaiju apparso nel trailer di The Suicide Squad

Molti rumor davano per certa la sua presenza, e finalmente il trailer ufficiale di The Suicide Squad ha confermato le voci di corridoio: Starro sarà il principale villain della “sporca dozzina” di James Gunn.

Per chi non conoscesse il personaggio, ecco qualche informazione utile per poterlo inquadrare meglio.

Nato dalla mente di Gardner Fox e Mike Sekowsky negli anni Sessanta, Starro fa la sua prima apparizione in “Starro The Conqueror”, nel n.28 di The Brave and the Bold.

Starro, però, ha un vanto editoriale mica da ridere. La stella marina aliena è, infatti, il primissimo avversario della Justice League of America, oltre ad essere una delle creature psichiche più potenti dell’intero universo DC. Le sue spore, infatti, sono in grado di prendere il controllo del corpo degli sfortunati soggetti su cui si attaccano e molto spesso si tratta proprio degli eroi della Justice League.

Sicuramente questa sua abilità sarà pienamente presente nella pellicola di Gunn e fungerà da espediente per far combattere reciprocamente i membri della Task Force X, così da alzare il livello della posta in gioco.

Il nome “Starro” ha un’origine molto particolare. Deriva infatti dal romanzo di fantascienza “Tarrano The Conqueror” di Ray Cumming, un machiavellico conquistatore extraterrestre che assoggetta i mondi compiendo degli omicidi tanto strategici, quanto efferati. Il personaggio possiede, fra l’altro, non poche caratteristiche comuni con il nemico principale di Green Lantern, Sinestro.

Si può dire, in sintesi, che questo nemico possiede le caratteristiche di un Kaiju insieme a quelle di un facehugger, a cui vanno, però, aggiunti dei poteri psichici estremamente pericolosi.

L’obiettivo del Kaiju è quello di conquistare il pianeta che ha preso di mira attraverso l’utilizzo delle sue spore, anche se in versioni più recenti ha sviluppato la propria capacità di controllo mentale in maniera tale da non aver più bisogno della propria prole per manipolare la mente degli esseri viventi.

Insomma, si tratta di un nemico tanto bizzarro quanto minaccioso per un gruppo di “eroi” così allo sbaraglio. Una posta in gioco particolarmente alta viste le capacità fisiche e strategiche del gruppo, che in questo soft reboot dovrà avere a che fare nuovamente con una minaccia in grado di competere con la stessa Justice League.

Non è la prima volta che vediamo un principio progettuale del genere in un’opera di Gunn. Anzi, possiamo dire ormai, dopo Guardiani della Galassia e Super, che l’elemento drammaturgico del gruppo-di-eroi-improbabili – con l’ago della bilancia della moralità sempre in bilico – sia quasi diventato il suo marchio di fabbrica.

In ogni caso è certo che ne vedremo delle belle e, se saremo fortunati, lo potremo gustare in sala dal 6 Agosto 2021.

Posted by Leonardo Rinella in Cinema e Serie Tv