THE WITCHER: la storia del mondo della nuova serie Netflix

Il vasto mondo creato dalla penna di Sapkowski possiede una lore (la storia del contesto) molto articolata e particolarmente lunga, che attraverso i videogiochi e, soprattutto, i romanzi, è possibile sviscerare ampiamente. Cerchiamo quindi di fare una summa generale di quest’universo narrativo, così da avere una visione d’insieme della storia e dell’atmosfera che la nuova serie Netflix ci mostrerà.

I primi libri, Il Guardiano Degli Innocenti e La Spada Del Destino, non sono altro che una raccolta di racconti atti a presentare l’universo narrativo ed a illustrare i personaggi. A partire da Il Sangue Degli Elfi, i romanzi saranno fortemente legati fra loro e presenteranno un contesto estremamente ben strutturato.

La saga è ambientata nella terra chiamata Continente. Non si sa quale divinità creò il tutto, ma la terra è estremamente antica, popolata da moltissime creature. Le prime furono gli Gnomi, artigiani ed inventori senza eguali, dotati di estrema intelligenza. 

Le creature più terrificanti del continente erano certamente i Draghi. Esseri insaziabili, alti come colline ed in grado di sputare acido e fiamme dalla bocca.

Nel 2700 br approdarono sulle terre del continente i Nani. Esseri poco più alti degli Gnomi, di corporatura più robusta. Anch’essi abili artigiani, ma altrettanto abili nel combattimento. 

Un primo grande cambiamento si ebbe con l’arrivo degli Elfi nel Continente. Nel 1230 br iniziò l’era delle migrazioni. Eleganti navi bianche apparvero sulle coste, permettendo così lo sbarco degli Elfi, alte creature dalle orecchie a punta, in grado di vivere per secoli interi.

Per mille anni queste creature vissero in armonia, finché un fatto disastroso non portò un grande male sul Continente: l’arrivo degli Umani. Essi giunsero da una terra distrutta e dimenticata e con il loro arrivo non esitarono ad uccidere tutte le creature che si presentavano dinnanzi al loro cammino, ma non poterono fare nulla contro i Draghi, né, per giunta, poterono combattere la calamità che si sarebbe abbattuta a breve su queste terre: la congiunzione sfere

Non si sa come e perché, ma il mondo del continente entrò in contatto con un universo parallelo, fatto interamente di forze arcane che occuparono le terre del continente. Ghoul, Troll, Vampiri, Lupi mannari e centinaia di altri esseri tra cui un’altra specie di Elfi: gli Aen Elle, il popolo degli antichi, ed i loro millenari nemici contro cui realizzano da secoli numerosi conflitti, gli Unicorni.

Apparve inoltre una nuova forza primordiale (la magia) e misteriosa che si connesse con i 4 elementi del mondo: acqua, aria, terra e fuoco. Altre creature assorbirono tale forza allo stesso modo degli elementi: i Draghi ed i Gatti.

Gli umani erano disturbati quotidianamente dalle creature arcane che si opponevano al loro desiderio di conquista e stanziamento. Tuttavia, grazie alla loro rapida riproduzione, riuscirono a prosperare anche rispetto agli Elfi.

A questo punto inizia il calendario umano. Non è chiaro cosa accadde, ma si suppone che abbia a che fare con la prima forma di scrittura. 

Nel 760 br approdarono altri Umani e si stabilirono sulla parte settentrionale del continente, i Nordling. In quel periodo lo studioso Nordling,chiamato Jan Bekker comprese come imbrigliare la forza mistica così da usarla a proprio piacimento. Inoltre, tale forza, si era insediata in alcuni umani ed elfi. Alcuni Aen Seidhe la chiamarono magia ed iniziarono a studiarla. Quelli che dunque precedentemente venivano visti come scherzi della natura, erano ora denominati Stregoni o Maghi, esseri capaci di attingere a quest’energia ed usarla a proprio piacimento.

Possono inoltre alterare fisicamente la loro persona così che non percepisca i segni del tempo. La magia è arte, caos, tecnica e scienza, una benedizione ed una maledizione, ma soprattutto è una conoscenza. 

Con la crescente minaccia magica, due maghi rinnegati, Alzur e Cosimo Malaspina, crearono una nuova tipologia di guerrieri dediti alla distruzione delle creature magiche e dei mostri: i Witcher o Strighi. Addestrati fin da bambini all’uso della spada e della magia, divenuti adulti vengono sottoposti alla prova delle erbe, durante la quale viene iniettata una miscela d’ingredienti che può donare loro doti sovrannaturali o ucciderli nel processo.

Grazie ai Witcher molte creature magiche vennero sconfitte e gli umani poterono imporre sul continente il proprio dominio. Non passò molto tempo che queste città umane divennero castelli e poi regni con propri armi ed incantesimi di protezione. Fu così che i Witcher, come gnomi e nani, divennero dei rinnegati, poco più di mercenari.

Fra questi, uno dei più rilevanti è stato Geralt di Rivia, Strigo che superò brillantemente la prova, uscendone illeso, ma acquisendo anche la peculiare caratteristica dei capelli bianchi grazie alla quale si è costruito la propria fama. Molti Witcher finiscono per lavorare come ammazza-mostri vista la loro qualità in combattimento. In cambio di denaro si occupano di liberare le terre dall’invasione di creature mostruose. Geralt nasce umano, figlio di un guerriero e di una maga. Già da piccolo subisce la prova delle erbe e fin dalla giovane età si distinse per le qualità in combattimento. 

A partire da qui cominciano gli eventi della saga che vedono Geralt protagonista.